Scrivi la parola da cercare...

SELECT * FROM conf_articoli WHERE non_visualizzare=0 and categorie like '%|6-129-44-0|%' ORDER BY ordine DESC, id DESC

Informazioni generali

La Facoltà Teologica Pugliese conferisce i gradi accademici di Baccalaureato, Licenza e Dottorato in Sacra Teologia. 
 
Primo ciclo: Baccalaureato 
I corsi istituzionali per il Baccalaureato sono proposti presso: 
- l’Istituto Teologico Pugliese “Regina Apuliae” (Molfetta); 
- l’Istituto Teologico “Santa Fara” (Bari). 
Il primo ciclo, della durata di cinque anni (10 semestri), si articola in un biennio prevalentemente filosofico e in un triennio teologico e si conclude con il conseguimento del Baccalaureato in Teologia. 
 
Secondo ciclo e terzo ciclo: Licenza e Dottorato 
I corsi per la Licenza e il Dottorato sono proposti presso: 
- l’Istituto Teologico Pugliese “Regina Apuliae” (Molfetta) con indirizzo in teologia dogmatica; 
- l’Istituto di Teologia ecumenico-patristica “San Nicola” (Bari) con indirizzo ecumenico-patristico. 
Il secondo ciclo, della durata di due anni (4 semestri), si conclude con il conseguimento della Licenza in Teologia. 
Il terzo ciclo, della durata di almeno due anni (4 semestri), si conclude con il conseguimento del Dottorato in Teologia. 
 
Studenti 

Ammissione 
Sono ammessi alla Facoltà Teologica Pugliese coloro che hanno i titoli richiesti per l’ammissione agli studi universitari, a norma dell’art. 27 §1 dello Statuto della Facoltà.  Gli studenti che intendono frequentare i corsi presso la Facoltà Teologica Pugliese si possono iscrivere come ordinari, straordinari e uditori. 
 
Studenti ordinari 
Gli studenti ordinari sono coloro che, non essendo iscritti ad altra istituzione accademica, frequentano i corsi dei cicli che conducono ai gradi accademici di Baccalaureato, Licenza e Dottorato in Teologia. 

Possono essere iscritti come ordinari coloro che: 
a) risultano idonei per condotta morale attestata, per i seminaristi, i membri degli Istituti Religiosi, degli Istituti secolari e delle Società di vita apostolica, dal rispettivo Ordinario o Superiore competente; per i laici da persona ecclesiastica, previa vidimazione della Curia della diocesi di appartenenza; 
b) hanno compiuto gli studi medi superiori ed hanno conseguito il titolo di studio richiesto per l’iscrizione alle Università italiane o di altre nazioni, fermo restando il diritto di esaminare se, dall’attestato, appaiono regolarmente svolte tutte le discipline ritenute necessarie dalla Facoltà. 
 
Studenti straordinari 
Gli studenti straordinari sono coloro che frequentano i corsi con piani di studio che non conducono ai gradi accademici (cfr. Statuto, art. 29 §1), per mancanza del titolo prescritto per il ciclo che frequentano. Possono essere iscritti come straordinari coloro che:
a) risultano idonei per condotta morale attestata, per i seminaristi e i membri degli Istituti Religiosi, degli Istituti secolari e delle Società di vita apostolica, dal rispettivo Ordinario o Superiore competente, per i laici da persona ecclesiastica, previa vidimazione della Curia della diocesi di appartenenza; 
b) hanno conseguito un diploma di istruzione media superiore o compiuto un curricolo di studi equivalente. 
 
Studenti uditori 
Gli studenti uditori sono coloro che vengono autorizzati dal Direttore di un Istituto della Facoltà a frequentare alcuni corsi di loro scelta senza previsione di esame finale. Il Direttore può autorizzare a sostenere, eventualmente, i relativi esami. Gli studenti uditori che, in possesso dei requisiti richiesti a norma dello Statuto e del Regolamento, intendono iscriversi come ordinari o come straordinari, possono chiedere al Direttore la convalida dei corsi frequentati e degli eventuali esami sostenuti presso gli Istituti. 
L’iscrizione e la convalida vengono deliberate, caso per caso, dai Direttori degli Istituti, una volta acquisito il parere favorevole della Commissione per l’ammissione e il riconoscimento degli studi. 
 
Studenti fuori corso 
Gli studenti che aspirano ai gradi accademici del “Baccalaureato” e della “Licenza in Sacra Teologia” e che non hanno completato il curriculum di studio, comprensivo dei seminari e dell’esame finale, entro la sessione di febbraio dell’anno accademico successivo alla iscrizione all’ultimo anno dei rispettivi piani di studio, sono considerati «fuori corso».
Tutti gli studenti «fuori corso» possono iscriversi fino alla data del 15 marzo. Oltre tale data l’iscrizione è ammessa, a discrezione del Direttore e con diritti amministrativi di mora. 

Passaggio da studenti straordinari a ordinari 
Gli studenti straordinari iscritti al ciclo istituzionale che, in possesso dei requisiti richiesti, intendessero conseguire il grado accademico, possono inoltrare istanza di passaggio a studente ordinario e di omologazione dei corsi frequentati e degli esami sostenuti. Il passaggio viene deliberato, caso per caso, dai Direttori degli Istituti che stabiliscono le eventuali integrazioni al piano di studi precedentemente approvato, una volta acquisito il parere favorevole della Commissione per l’ammissione e il riconoscimento degli studi.